Tisane dimagranti: caratteristiche e ingredienti

Molto spesso si sente parlare di tisane dimagranti, consigliate a coloro che desiderano perdere qualche kg o semplicemente rimanere in forma. Occorre precisare subito una cosa: queste bevande devono essere considerate esclusivamente come un supporto per le persone che vogliono raggiungere un simile obiettivo, pertanto vanno sempre inserite all’interno di uno stile di vita sano e una dieta corretta ed equilibrata!

Detto ciò, le tisane snellenti sono preziose alleate del nostro organismo per una serie di motivi. Innanzitutto possiedono una spiccata capacità di accelerare il metabolismo e, dunque, spingono il corpo a bruciare i grassi più velocemente. Inoltre contrastano la ritenzione idrica e il gonfiore addominale, due fattori che non di rado vanno a influenzare il numero che compare sulla bilancia.

Queste bevande sono anche in grado di indurre un senso di sazietà, e sono quindi convenienti per non arrivare al pranzo o alla cena con una fame eccessiva. Ideale sarebbe sorseggiarle gradatamente nell'arco della giornata, oppure durante lo spuntino di metà mattina e metà pomeriggio abbinate a un buon frutto fresco o a una manciata di frutta secca come mandorle, noci o nocciole.

Un ulteriore lato positivo è rappresentato dagli ingredienti, tutti naturali e ricchi di proprietà benefiche. Tra le piante che tipicamente vengono impiegate per tali tisane abbiamo scelto di proporvi le seguenti:

  • il fucus
  • la cicoria
  • l’orthosiphon
  • la betulla
  • la curcuma

Analizziamo quindi le caratteristiche di queste specie vegetali e vediamo perché favoriscono il dimagrimento; ovviamente è preferibile sorseggiare queste tisane con una certa costanza per notareeffetti tangibili!

Il fucus

Le tisane dimagranti a base di fucus sono suggerite in varie circostanze. Esse non si limitano a stimolare il metabolismo: facilitano le normali funzioni della tiroide, sono drenanti e ottime per l’eliminazione delle tossine. In più riducono i livelli di colesterolo cattivo nel sangue e sono un eccellente rimedio per chi ha problemi legati alla digestione.

Insomma, le tisane al fucus sono nostre complici sotto tantissimi punti di vista! Sono inserite tra i più validi prodotti antiobesità, purché – lo ribadiamo – siano associate al giusto regime alimentare e a un po’ di attività sportiva.

Ma cos’è esattamente il fucus? Si tratta di un’alga bruna, che cresce nei mari del Nord America e lungo le coste di alcuni paesi dell’Europa settentrionale. La sua azione può essere anche blandamente lassativa in caso di quantità elevate, cosa che comunque non accade per le tisane in quanto il consumo giornaliero va sempre modulato, soprattutto per coloro che assumono farmaci o hanno patologie legate alla tiroide (che dovranno necessariamente ricorrere al parere del proprio  medico curante).

La cicoria

Parlando di tisane snellenti meritano di essere menzionate anche quelle alla cicoria: autentiche bevande detox, sostengono lo smaltimento dei liquidi che si accumulano nei tessuti e, di conseguenza, la perdita di peso.

La cicoria è un’erba drenante, saziante e capace di placare il languorino che spesso ci coglie tra un pasto e l’altro. Si tratta inoltre di una pianta dalla funzione digestiva, antianemica  e decisamente nutriente: fornisce infatti un alto apporto di fibre, sali minerali e vitamine (la C, la K, quelle del gruppo B e la provitamina A).

Grazie a una tisana del genere, per la cui preparazione si impiega la radice essiccata della pianta, sarà molto più semplice rispettare la dieta.

La radice di cicoria può essere utilizzata anche da chi soffre di diabete per tenere sotto controllo la glicemia; anche in questo caso è comunque consigliabile sentire il parere del medico.

L’orthosiphon

Non tutti conoscono l’orthosiphon, una specie eccezionale per la preparazione di tisane dimagranti.

Il cosiddetto tè di Giava, della famiglia delle Lamiaceae, ha origine nella Cina meridionale ed è conosciuto sin dall’antichità per i suoi benefici, in particolare per le sue marcate proprietà snellenti e, soprattutto, per il suo forte potere drenante.

Tra l’altro l’orthosiphon è antiossidante, limita il colesterolo cattivo e favorisce l’espulsione delle scorie, per cui svolge azione disinfettante sia per lo stomaco che per l’intestino.

Se state seguendo una dieta o un regime alimentare specifico, questa pianta diverrà il vostro “amico di viaggio” in quanto valido sostegno; sono sempre di più infatti i nutrizionisti che la consigliano in affiancamento a un’alimentazione sana volta alla perdita o al mantenimento del peso.

La betulla

La betulla è un albero della famiglia delle Betulaceae, che si sviluppa soprattutto nelle aree dell’emisfero settentrionale contraddistinte da clima temperato. Da secoli è famosa per la sua azione diuretica, che si unisce a quella anticolesterolo e antigonfiore.

Parliamo di un’ottima soluzione per prenderci cura del nostro organismo, sempre in combinazione con un’alimentazione salutare e con del movimento quotidiano. La betulla è disintossicante, nemica della ritenzione idrica e straordinariamente efficace nella lotta alla cellulite; ricordiamo infatti che questo inestetismo è dovuto, in molte situazioni, proprio all’accumulo dei liquidi nei setti fibrosi.

La betulla è una pianta da poter utilizzare come ingrediente base in molteplici tisane proprio per il suo effetto sia drenante che depurativo. Viene spesso consigliata anche in caso di gotta.

La curcuma

La curcuma è una delle piante più popolari nel ramo delle tisane. Dalla Curcuma longa si ottiene una spezia in grado di accelerare il metabolismo e di farci sentire più sazi, senza dimenticare le sue proprietà drenanti, depurative e anche digestive.

Alcune delle tisane dimagranti più efficaci contengono anche la curcuma. Questo ingrediente opera su più fronti: riduce i picchi glicemici, regola la leptina (ormone connesso alla sensazione di fame), interviene direttamente contro la massa grassa ed è benefico per il fegato.

Non trascuriamo le capacità antinfiammatorie della curcuma: dopotutto patologie come obesità e diabete sono spesso legate alle infiammazioni. Infine la spezia in questione facilita le funzioni dell’apparato digerente perché incentiva la produzione di bile.

E voi, quale di queste tisane snellenti preferite? Tenete presente che tali bevande possono essere assunte prima della colazione – quindi a stomaco vuoto – se intendete avere un maggior effetto depurativo, oppure durante la colazione stessa, a metà mattina così come nel corso dello spuntino pomeridiano.

Ricordate che è meglio assumere le tisane snellenti durante la giornata quando il metabolismo è più veloce  e non la sera, quando invece rallenta.

Grazie ai benefici delle piante sopra descritte vi concederete un vero e proprio momento di benessere per il corpo, che ne trarrà beneficio durante il vostro percorso di  dimagrimento, facendovi sentire più energici e attivi.

Tag: